La calvizie è caratterizzata da iniziale perdita dei capelli del vertice fino ad un interessamento sempre più esteso con tipico risparmio della nuca e delle tempie. Si accompagna spesso a desquamazione furfuracea (la cosiddetta “forfora”) ed è più comune nei soggetti di sesso maschile.

Può insorgere a qualsiasi età ma generalmente non si manifesta mai prima dei 18 anni. Inizia con una caduta massiva di capelli che vengono sostituiti nei cicli di crescita successivi da capelli sempre più sottili a causa di un’atrofia dei follicoli piliferi.

Fino al 90% degli uomini ne sono colpiti durante la vita in quanto determinate regioni dello scalpo possiedono follicoli piliferi sensibili agli ormoni maschili che ne causano la progressiva atrofia.