Vero e “falso” doppio mento: le soluzioni del medico estetico

Tutti conoscono l’importanza di una buona angolazione per nascondere il doppio mento in un selfie. Sfortunatamente, liberarsene nella vita reale è un po’ più complicato. Quando qualcuno giunge in ambulatorio affermando di avere un “doppio mento”, la prima cosa a cui penso è “sarà un vero doppio mento?” e “che cosa lo sta causando?”.

Ci sono molte diverse ragioni per cui non esiste una soluzione unica per questo inestetismo.

Ecco alcune cause di doppio mento e possibili opzioni di trattamento:

Mandibola poco definita

Lo strato più profondo di supporto nella zona del collo e del mento è rappresentato dalle ossa. Quando alcune persone si lamentano del loro doppio mento, quello di cui si stanno veramente lamentando è in realtà una mascella non definita. Se non si possiede un osso mandibolare abbastanza pronunciato non si ha un supporto adeguato ed il doppio mento si può accentuare. Un ingrandimento della mandibola può essere ottenuto con iniezione di filler sovraperiostea la cui durata e’ superiore ai 12 mesi.

https://cristinadaloiso.com/2017/04/26/tutto-dipende-dalla-mandibola/

Tensione del muscolo platisma

Il muscolo platisma inizia nella clavicola e corre lungo il collo fino alla mascella inferiore. Se ti ritrovi spesso a digrignare i denti, potresti scoprire che la tensione provoca la formazione di bande in questo muscolo. Nei casi lievi, questo problema potrebbe essere attenuato mediante esercizi mirati all’allungamento del muscolo come inclinare la testa all’indietro e premere la lingua sul palato. Mediante una procedura chiamata Nefertiti Lift, le iniezioni di tossina botulica aiutano a rilassare il muscolo platisma e forniscono una maggiore definizione alla mandibola.

Bande platismatiche

Grasso in eccesso

Solitamente i pazienti pensano che questa sia la causa del loro doppio mento ed è effettivamene una causa molto comune.

How to dissolve double chin fat without surgery - VCI
Grasso pre-platismatico

La radiofrequenza bipolare del Velashape3, essendo minimamente invasiva ma estremamente efficace, può funzionare riscaldando strati mirati per compattare i tessuti molli. Il calore distrugge le cellule adipose che il nostro corpo elimina nei giorni successivi.

https://cristinadaloiso.com/2020/08/25/velashape-iii-piu-potente-piu-veloce-piu-efficace

La perdita di peso può essere molto importante. In generale, quando si perde peso, si perde grasso in tutto il corpo ed anche nella zona del mento. Tuttavia, non sempre il doppio mento è collegato con il sovrappeso. Ci sono persone che hanno il loro peso ideale e, nonostante ciò, hanno più grasso del dovuto nella zona del sottomento. Questo capita più spesso con l’avanzare dell’età, in quanto i livelli di collagene ed elastina cominciano a ridursi e la pelle è meno tesa e tende ad accumulare più grasso. Può anche comparire in persone giovani, semplicemente per mancanza di esercizio dei muscoli del collo.

In questo contesto clinico il medico estetico potrebbe offrire una soluzione diversa. Nel 2015 la FDA ha approvato un medicinale destinato a risolvere i problemi di doppio mento. Come risultato, nel settembre 2017, è stato messo in vendita un medicinale composto da ATX-101 (acido desossicolico o DCA), che viene anche prodotto dallo stesso corpo umano e che è capace di dissolvere il grasso affinché lo stesso venga riassorbito dall’organismo.

Sostanzialmente l’effetto di questo trattamento è quello di alterare le membrane degli adipociti, provocando una rottura della cellule irreversibile e di conseguenza i livelli di adipe accumulato diminuiscono. Ogni seduta ha una durata di 30 minuti; gli effetti cominciano a farsi notare in un paio di settimane dalla prima seduta. Si può arrivare fino a sei sedute con intervalli mai inferiori a un mese.

L’effetto collaterale più comune di questo tipo di trattamento è la comparsa di un gonfiore nella zona trattata, ma si tratta di un effetto  temporaneo (tutto si risolve nei 2 o 3 giorni seguenti al trattamento). In alcuni casi, il gonfiore può anche essere accompagnato da piccole ecchimosi sul collo. Tutti questi segni sono temporanei e cominciano ad andare via in pochi giorni. Da questo momento in poi, il paziente noterà i risultati positivi del trattamento.

Perdita di elasticità della pelle

La pelle che perde la sua elasticità può iniziare a incurvarsi sotto la mandibola e creare l’aspetto di un doppio mento. Anche in questo caso la radiofrequenza mediante il calore può rassodare la pelle. Inoltre l’utilizzo di Profhilo, un gel di acido ialuronico, può rimodellare la pelle per curarne la lassità. La formulazione composta da acido ialuronico (HA) con diversi pesi molecolari si basa su un concetto di azione Hydrolift®. Durante il periodo di permanenza del prodotto nel sottocute la stimolazione di 4 diversi tipi di collagene ed elastina avviene mediante rilascio lento di HA. La stimolazione provoca un significativo miglioramento dei tessuti. Pertanto non possiamo dire che Profhilo è un “potenziatore” della pelle in quanto ha un significativo effetto rassodante e liftante.

Anche il trattamento mediante fili di trazione inseriti sotto la pelle con uno schema specifico può aiutare a sostenere il tessuto.

https://cristinadaloiso.com/2018/07/26/fili-di-trazione-il-nuovo-lifting-non-chirurgico-del-volto/