Gli scienziati hanno creato una sostanza chimica che può scurire la pelle senza la necessità di esposizione ai raggi UV, creando una vera e propria abbronzatura “falsa”. Il professor David Fisher ed il suo team di scienziati del Massachusetts General Hospital e dell’Istituto di Cancro di Dana-Farber di Boston hanno scoperto che una piccola molecola, chiamata inibitore della SIK (salt-inducible kinase), potrebbe essere utilizzata per attivare artificialmente il processo di produzione di melanina senza la necessità di prendere il sole.

La squadra di ricercatori ha deciso di creare una classe di molecole che inibiscono SIK, appositamente progettate per penetrare la pelle ed attivare il pigmento, con specifiche caratteristiche di peso molecolare e solubilità lipidica, in grado quindi di penetrare le membrane cellulari.

Quando queste molecole sono state testate in laboratorio in una coltura di cellule dermiche gli scienziati hanno scoperto che più molecole sono state applicate, più le cellule producevano melanina e l’abbronzatura artificialmente indotta durava più a lungo. La sostanza potrebbe anche indurre una abbronzatura in individui albini.

Quando una dose elevata di tali molecole veniva applicata alla pelle di topi con manto rosso si trasformarono quasi completamente in topi dal manto nero in uno o due giorni. Lo studio è stato pubblicato nella rivista Cell Reports.

Sino ad ora il prodotto è stato testato solo sui topi e su campioni di pelle in laboratorio, ma il team di scienziati spera di trovare una formula che possa essere utilizzato insieme a normali creme solari.

Questa importante innovazione potrebbe convincere anche i più accaniti fan della pelle dorata ad usare creme ad elevato fattore di protezione solare in modo da evitare i molteplici danni causati dai raggi UV.

https://cristinadaloiso.com/2016/08/17/come-il-sole-danneggia-la-vostra-pelle/